Once a Scuot, always a Scout !

EmartinAkelaBaloo: Patri Ramunnu (vastasi, mascalzoni, delinguenti facchini e puorci ! )Orazio MelliaAlfredo BattagliniQuello con la diane beige

1977 Route in Sila Nel vostro passaggio in questo mondo, che ve ne accorgiate o no, chiunque voi siate e dovunque andiate, state lasciando dietro a voi una traccia.
Altri la noteranno e potranno seguirla. Può essere una traccia che li conduce al bene, ovvero può portarli fuori strada. Ciò dipende da voi.

BP

E così, una storia iniziata per gioco, si intreccia con le vicende della tua vita e continua a proporti, giocando, delle esperienze che ti affascinano.
Dal grande gioco del branco, passando per l'avventura del reparto, arrivi alla strada del Clan dove sperimenti la dimensione del servizio e dell'impegno.

Allora impari a vivere la vita come un gioco.
Ma non per gioco.

Le difficoltà sono il sale della vita e lo scoutismo entra dai piedi.
Le tante volte che hai dovuto superare gli ostacoli del percorso, le cime delle montagne, le avversità del tempo e la durezza della strada, hai sperimentato il profondo silenzio che puoi ritrovare nel camminare da solo e la gioia che puoi provare insieme agli altri.
EmartinMario Scandura
A caricarsi sulle spalle il proprio fardello, a remare da soli la propria canoa, a vivere insieme agli altri all'aperto a contatto con la Natura si da un'impronta (uno stile) alla propria vita che sarà fondamentale per poter diffidare dai cucù e ciarlatani e poter camminare sicuri sulla strada verso la felicità.

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra.
- "Ma qual'è la pietra che sostiene il ponte ?" chiede Ruklai Kam.
- "Il ponte non è sostenuto da questa o da quella pietra!" risponde Marco, "ma dalla linea dell'arco che esse formano".
Ruklai Kam rimane silenzioso, riflettendo.
Poi soggiunge: "Perchè mi parli delle pietre?. E' solo dell'arco che m'importa!".
Polo risponde: "Senza pietre non c'è arco!".

Ho sognato ...
Ho sognato un mondo dove le cose
si facciano con gioia
Si facciano perchè ci si crede
ed è bello: studiare, lavorare,
stare insieme.
Ho sognato giovani felici,
con meno motivi di rabbia
e con più motivi di speranza
che aprono il futuro
Ho sognato che un uomo è morto,
ma ora è ancora vivo,
e non muore più,
perchè "le cose vecchie sono passate
ne sono nate delle nuove"...

Per impegnarci sognando

Pippo Scudero

   
Ma può diventare una professione...

Molti giovani si accorgono a ventidue anni
di sapere praticamente
tutto quel che c'è da sapere
e vogliono che tutti sappiano che essi sanno.
Quando raggiungono i trentadue anni
si accorgono di aver ancora
due o tre cosette da imparare;
a quarantadue anni
si gettano a capofitto ad imparare
cosa che io faccio ancora a settantatrè

    Baden Powell

Lettera di un lupetto... un pò confuso con le sigle

E vai con le diapositiveeee!