riflessioni
 
 
 
DellaVita
 
Un idea, un concetto un'idea, finchè resta un'idea è soltanto un'astrazione.
Se potessi mangiare un'idea, avrei fatto la mia rivoluzione".
(Giorgio Gaber)
Non basta sapere, si deve anche applicare; non Ŕ abbastanza volere, si deve anche fare
(W. Goethe)
Molte civiltÓ o epoche, forse tutto il genere umano, sono divenute nevrotiche sotto la pressione delle tendenze civilizzatrici
(Sigmund Freud)
Chi vuol essere ricco in un dý, Ŕ impiccato in un anno.
(Leonardo Da Vinci)
Non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perchŔ Ŕ soltanto uno studio che gli Ŕ riuscito male.
(Vincent Van Gogh)
Chi beve solo acqua ha qualcosa da nascondere.
(Baudelaire)
Il pollo è l'unico animale che si può mangiare sia prima che nasca che dopo che è morto.
(Leopold Fletcher)
E' un vero peccato che tutte le persone che sanno come fare funzionare il Paese siano troppo occupate a guidare taxi o a tagliare capelli.
(George Burns)
Non perdonerò mai a Noè di aver imbarcato anche una coppia di zanzare.
(Enzo Costa)
Da quasi un anno ho smesso di fumare: vivrò una settimana di più, ed in quella settimana pioverà a dirotto.
(Woody Allen)
 
DelleDonne
 
Le donne... sono uomini anche loro!.
(Roberto Benigni)
Non sono misogino: la fidanzata, se l'avessi, la terrei in giardino.
(W. Fontana)
C'è qualcosa di peggio di una donna che vive da sola: una donna che dice che le piace vivere da sola.
(Thelma Ritter)
La storia delle donne è la storia della peggiore tirannia che il mondo abbia mai conosciuto: la tirannia del debole sul forte.
E' l'unica tirannia che duri.
(Oscar Wilde)
E' raro che gli uomini che nutrono il massimo rispetto per le donne godano di qualche popolarità tra loro.
(Joseph Addison)
Lasciamo le belle donne agli uomini senza fantasia.
(Marcel Proust)
DellaLibertà
STATO DI PRIMAVERA
tratto da
non siamo stato noi
I edizione giugno 1978
  1. Dalle 0,1 di ieri, 21 marzo, è dichiarato lo stato di primavera.

  2. Entro le ore 24 di stanotte, tutti i fiori che intendono occupare i prati privati e demaniali per i tre mesi a venire, dovranno sbocciare bene visibili e avere appeso allo stelo il permesso di fioritura rilasciato dalla questura competente.

  3. E' proibito alle rondini ogni tipo di garrulo volo e gaio stridio. E' inoltre proibito il volo sopra la quota di venti metri. Per non intralciare il traffico degli elicotteri.

  4. E' proibito alle contadinelle girare saltellando e cantando per la campagna con al braccio un canestrino. Ogni contadinella sorpresa in tale atteggiamento verrà fermata, e il canestrino accuratamente perquisito.

  5. E' proibito a ogni tipo di farfalla assumere colorazione tendente a mimetizzarsi con l'ambiente. Le farfalle dovranno essere sempre ben visibili, pena l'arresto per mascheramento (legge Reale, art. 7).

  6. I ruscelli di montagna sorpresi a scendere impetuosamente a valle, che non si fermino ai posti di blocco, verranno fermati con dighe chiodate.

  7. Ogni uccello sorpreso a cantare in codice sconosciuto verrà arrestato e chiuso in una clinica da cui uscirà suonato come il pappagallo di Portobello.

  8. Nel caso la natura si risvegli al caldo bacio del sole, i manifesti e i filmati del fatto verranno sequestrati per oscenità.

  9. Qualora superiori ragioni di ordine pubblico lo rendano necessario, verrà dichiarato immediatamente lo stato di autunno. Tutti gli alberi che entro ventiquattro ore dalla dichiarazione di slittamento stagionale non avranno provveduto a cambiare il colore delle foglie da verde in giallo, verranno potati. I disoccupati verranno impiegati in una vendemmia simbolica con uva di gomma.

  10. Il clima e la temperatura di questa stagione verrà in ogni caso, deciso da noi.

Firmato - Il Comitato stato-antistato per le esercitazioni militari in Italia.
 
 
 
Dellaguerra

I colori della Pace

Tratta da "Diario Arabo" di Igor Man questa poesia Ŕ stata scritta da una bambina israeliana di tredici anni.
Non saranno mai abbastanza le volte che questa poesia farÓ il giro del mondo.


"Avevo una scatola di colori brillanti, decisi e vivi;
avevo una scatola di colori, alcuni caldi, altri molto freddi.
Non avevo il rosso per il sangue dei feriti,
non avevo il nero per il pianto degli orfani,
non avevo il bianco per le mani ed il volto dei morti
non avevo il giallo per le sabbie ardenti
ma avevo l'arancio per la gioia della vita,
ed il verde per i germogli e i nidi,
ed il celeste dei chiari cieli splendenti,
ed il rosa per i sogni e il riposo.
Mi sono seduta e ho dipinto la pace."

 
Mi avevano chiesto di scrivere un 'articolo per Scout...
 
Luca . Rossi: Uno ragazzo del duemilatrenta